LA SHARING ECONOMY SVILUPPA IL BUSINESS
La sharing economy fa paura a molte realtà singole del turismo, dai trasporti, all'alberghiera ai servizi. Il concetto di condivisione crea a tutt'oggi allarmismi legati ad una eventuale perdita di contatto e quindi di mercato, ma il vero timore è il confronto. Dall’altra parte sta sempre più emergendo da parte del consumer che "condividere" permette la scelta legata alla conoscenza, distribuzione e fruizione del prodotto. Tutto questo ha dei costi nuovi ai quali non si era abituati se non nel settore dei grandi trasporti ( aereo, ferrovia, ferry). Chi ne risente di più è la piccola e media alberghiera che spesso non considerava bene i costi di promozione, o li riteneva modesti e falsamente li giustificava alla fedeltà dell'acquirente. La verità oggi è che il sito di un hotel diverrà sempre più vincente se l'ho raggiunto attraverso un portale generalista di vendita, (Booking, HotelCombined, Lastminute, etc.), sarà lui il mio nuovo partner nella ricerca, mentre il sito dell’hotel avrà il ruolo di convincermi e farmi fare la scelta d’acquisto, senza questo assomiglierà più all'oste speranzoso che attendeva i suoi clienti sulla porta.
Albert Redusa Levy