VIAGGIARE AL TEMPO DEI SOCIALS
Instagram stories, post e video sono in grado di influenzare le scelte di viaggio di una persona, oltre che incidere sulle attività da svolgere durante il soggiorno.

Avere come compagni di viaggio Facebook, Instagram, Tripadvisor e HotelsCombined significa dare al turista la possibilità di attingere a una maggiore quantità di informazioni e conseguentemente autonomia, in tutte le fasi di ricerca e prenotazione. Tutto questo grazie anche all’accesso sempre più universale a internet, favorito pure dalla recente possibilità di navigare in roaming all’estero a costo zero.

Ciò che appare da questo fenomeno, che si potrebbe definire turismo 2.0, è la maggiore importanza data all’approccio partecipativo, tipico del web 2.0, collegato alla condivisione di esperienze di viaggio con valutazioni e consigli. Questo trend non deve però essere visto come complementare, ma piuttosto come evoluzione del passaparola che è sempre stato un elemento fondamentale nella scelta della meta del viaggio.

Queste nuove tendenze dovrebbero far riflettere compagnie,aziende e agenzie turistiche sull’importanza della loro presenza sui social networks sempre più utilizzati dai loro potenziali clienti.
Chiara Guerra