I LOVE SHOPPING (IN ITALIA!)
Moda e design, si sa, sono punti forti del Made in Italy. Perché non sfruttarli dunque per attrarre turisti nel Belpaese? Non sono soltanto monumenti, piazze e musei a lasciare a bocca aperta gli stranieri, infatti, ma spesso anche le nostre grandi firme.


Secondo lo Shopping Tourism Italian Monitor, il rapporto di Risposte Turismo, infatti, circa 1,5 milioni di turisti sceglie ogni anno Firenze, Milano, Roma, Torino e Venezia per l’offerta legata allo shopping, spendendo mediamente 110 euro a testa al giorno, con un’alta concentrazione di spesa in abbigliamento (60%) seguita da accessori e pelletteria (17,3%) e cosmetica e profumeria (3,6%).


Destinazioni e operatori devono quindi strutturare la propria offerta per venire incontro ai nuovi “turisti dello shopping”, adattandola e modificandola in base alla richiesta della domanda. Valorizzare competenze, tradizioni e presìdi locali, ed allo stesso tempo combinare tali produzioni con la presenza di quanto offerto da grandi marchi internazionali può permettere di creare il mix perfetto per attrarre sempre più turisti.
Cristina Gavirati





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...