BENESSERE PRIMA DI TUTTO
Quello dell’Hospitality è sempre stato un business basato sul prendersi cura delle persone, ma dal momento in cui ha sviluppato legami sempre più stretti con il settore salute e benessere, quel senso di cura ha assunto un nuovo significato.
Raggiungere il benessere psico-fisico è diventato una priorità per un numero sempre più crescente di viaggiatori.
Questo fa sì che gli operatori del settore hospitality debbano cercare soluzioni sempre più innovative ed attente, per affrontare turisti sempre più esigenti e sensibili al mondo della salute e del benessere.
Gli Stati Uniti, ad oggi, sono considerati la patria dei pionieri del connubio wellness e hospitality. Ad esempio gli Evans Hotel, un marchio creato da InterContinental Hotels Group, offre esperienze di valore agli ospiti, applicando la filosofia del benessere a più livelli, quali l’esercizio fisico, la ristorazione, e garantendo postazioni di lavoro ergonomiche.
Gli italiani sono molto attenti al benessere fisico e salutare, saranno in grado anche gli albergatori e i professionisti italiani di questo settore di adattarsi a questo trend, in modo da essere attrattivi per i viaggiatori di tutto il mondo?
A prescindere della risposta quello che è importante ricordare è che il benessere si traduce in modo diverso in base alle culture. Dai cibi salutari, all'esercizio fisico e alla meditazione, le pratiche e le preferenze in fatto di benessere variano ampiamente: ciò che può essere apprezzato da un ospite può rivelarsi una vera e propria intrusione per qualcun altro.
Chiara Guerra





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...