IL FUTURO AEREO SARà LOW-COST?
Doveva prima o poi succedere anche in Italia che le compagnie low-cost superassero le major. I dati 2017 non mentono, Rayan è il primo vettore in Italia con più di 36 milioni di passeggeri, seguito con un ampio distacco da Alitalia con circa 22, quest’ultima incalzata da Easyjet con circa 17 milioni di trasportati. Questo tuttavia non decreta la fine delle compagnie aeree di bandiera, le quali stanno ricercando uno spazio diverso nel trasporto, insegna infatti Lufthansa che per contrastare questa pressione di mercato ha applicato da poco una importante riduzione sui voli interni in Europa. Tuttavia fa pensare la sempre maggior affermazione di vettori come Norwegian che hanno aperto il mercato del long-courrier con tariffe low-cost. Il futuro vedrà quindi un trasporto aereo più easy sia nei costi che nel servizio?
Albert Redusa Levy





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...