ORIENTE, NUOVA META ITALIANA
Il Far East aveva già affascinato gli italiani negli anni '80, ma questo era dovuto principalmente alle capacità manageriali e di comunicazione di un Tour Operator milanese, che aveva aperto un suo branch office a Bangkok. Da allora sono passati quasi quarant'anni ed ecco che i nostri connazionali riscoprono il fascino dell'oriente, soprattutto quello attraversato dal veneziano Marco Polo. Sarà forse che i Caraibi hanno stancato e le tariffe aeree sono divenute alte. Il nord-africa raramente è repeat nei viaggi e l'africa nera non è per tutti. Ma, facilmente la serenità, la cortesia, i costi abbordabili e la cultura sono le leve che hanno fatto voltare il viso verso est, nella ricerca di una vacanza serena, ricca di nuovi stimoli etnici e culturali. Airitaly infatti ha aperto il suo primo scalo internazionale, sulla linea Milano Bangkok. L’oriente di oggi crea stupore in molti italiani nel ritrovare un mix di antico e moderno, dove gli skyline di molte città supereranno presto quello mitico di New York. Chi oggi cerca il futuro dinamico lo troverà più presente in oriente che negli States. Il turismo verso est presenta oggi Singapore tra le prime mete degli italiani ed Hong Kong non solo votata al business, ma anche ponte verso le destinazioni turistiche della Cina. Tra le destinazioni più gettonate si sta facendo avanti anche lo Sri Lanka, con più di 30.000 turisti italiani nello scorso anno. Infine come citava Mark Twain " Il viaggio è fatale al pregiudizio e alla chiusura mentale
Albert Redusa Levy





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...