IL 2019 PER IL MERCATO DEL TURISMO: VIAGGI INTERNAZIONALI, OVERTOURISM E INSTABILITà FRENANO LA CRESCITA
Iniziano le previsioni per il 2019: quello a cui si va incontro, secondo Ipk International, è un rallentamento del tasso di crescita dei viaggi internazionali, che passerà dal +5,5% del 2018 al +4% su scala globale. Asia e America Latina hanno guidato la crescita del settore fino a pochi mesi fa, con la Turchia sugli scudi, la Spagna in deciso calo ed Europa e Nord America che si sono confermate molto forti: il 2019 sarà condizionato da diversi fattori, in primis la meno accentuata crescita economica.
Altro fattore decisivo sarà il crescente fenomeno dell’overtourism, che condizionerà la percezione dei turisti in particolare in città come Pechino, Città del Messico, Amsterdam, Istanbul e le nostre Venezia e Firenze. Inoltre, lo studio sottolinea come i timori relativi al terrorismo e all’instabilità politica condizioneranno ancora il 38% dei turisti internazionali quando pianificano i loro viaggi. Paesi come la Turchia, Israele ed Egitto hanno visto invece aumentare lievemente la percezione di sicurezza.
Per il 2019, Ipk International ipotizza una crescita dell’area Asia-Pacifico del +6%, mentre le Americhe registreranno un +5%; meno rilevante è invece il dato numerico relativo all’Europa, per la quale si prevede un +3%.
Giulia Boniello





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...