ENTRO 5 ANNI LA GESTIONE DEL VIAGGIO SARà TOTALMENTE ONLINE
L’Osservatorio d’innovazione digitale del Politecnico di Milano ci segnala che il mercato del turismo online quest’anno ha già superato la quota di 14 miliardi di euro, dove più del 60% è riferito ai trasporti, una crescita esponenziale a due cifre per ogni anno a partire dal 2014. Si stima inoltre che entro cinque anni sette persone su dieci gestiranno i loro viaggi in tutte le fasi attraverso i dispositivi mobili, non solo i pagamenti od il chek-in, ma anche il bagaglio, la sua tracciabilità, le informazioni sull’imbarco ed altro. Questo comporterà un cambio dei servizi ai quali siamo stati per lungo tempo abituati, la biometria sarà un valido alleato in particolare negli aeroporti per la gestione dei passeggeri, ma non solo. Il viaggiatore dovrà divenire un po’ più digitale di quanto lo è oggi, mentre aeroporti, zone d’imbarco traghetti e crociere, sino ai grandi alberghi del settore MICE dovranno attrezzarsi con i nuovi sistemi di identificazione del passeggero o cliente e un gestionale 4.0. E come ci segnalava in una sua presentazione Nicholas Negroponte nello scorso secolo, "il proletariato sarà di chi non si aggiorna ai sistemi digitali".
Albert Redusa Levy





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...