IL TURISMO ESPERIENZIALE: UN BUSINESS DA OLTRE 180 MILIARDI DI DOLLARI L'ANNO
Ciò che in precedenza era facoltativo oggi è divenuto la vera ragione del viaggio. Nei cataloghi dei tour operator di alcuni anni fa le escursioni o le esperienze di varia natura (turistica, sportiva, gastronomica, culturale, etc.), erano considerate un di più non sempre acquistato da parte dei viaggiatori, guardato come sistema per aumentare i costi di viaggio e non per vivere la destinazione. Oggi le escursioni stanno divenendo la ragione del viaggio, poiché il turismo è divenuto esperienziale. Da un'analisi del gigante americano Phocuswright, il valore delle visite ed escursioni supera i 180 miliardi di dollari l'anno.

Anche l’Italia se ne sta accorgendo, dalla crescita esponenziale del turismo culturale nelle città d’arte negli ultimi tre anni, ai prodotti semi-sportivi, come le escursioni in territori montani, sino alle esperienze enogastronomiche, dove oggi primeggiano in particolare Piemonte, Toscana e Sicilia. Un nuovo segmento principalmente acquistato via e-commerce da piattaforme come: Tripadvisor, Musement, Booking, etc. si affaccia al mercato del turismo. Un settore che svilupperà a medio termine anche nuove professioni e quindi nuovi posti di lavoro portando una nuova economia in aree non particolarmente industrializzate.

Albert Redusa Levy





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...