IL TURISTA SCEGLIE IL DIGITALE
L’analisi fornita dal Politecnico di Milano a fine gennaio, presenta un turismo sempre più propenso all’utilizzo del digitale dall’informazione sino all’acquisto del viaggio. Ecco perché alcune piattaforme come booking.com, stanno per offrire anche dei servizi completi a pacchetto, oltre che escursioni, ingressi per eventi o museali, noleggi ed altro. Ciò che emerge dallo studio di Travelport è la propensione principalmente del target millennial all’utilizzo dei sistemi digitali per l’acquisto di voli ed alberghiera. Questo per più del 54% degli intervistati, mentre il 60% segnala che ama particolarmente l’effetto sorpresa che la tecnologia gli permette nelle ricerche di una destinazione, considerando non solo l’accomodation ma anche i servizi collaterali legati al completamento del viaggio o del soggiorno. Gli acquisti di trasporti via mobile raggiungono la quota del 62% grazie a facili app, mentre solo il 23 per cento si reca ancora in agenzia, per forma di sicurezza soprattutto nei servizi legati a viaggi long-courrier ed ai prodotti family. La consultazione del viaggio passa definitivamente dal catalogo ai devices.
Albert Redusa Levy





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...