SALVARE LA BIODIVERSITà: L'OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE ENTRO IL 2030




A cavallo tra la Giornata Mondiale della Biodiversità (22 maggio) e la Giornata Mondiale degli Oceani (08 giugno), e in un momento epico come quello che stiamo vivendo, è doveroso fermarci e pensare a quanto sia estremamente fragile l’equilibrio che la natura ci ha concesso. La Giornata Mondiale della Biodiversità è infatti l’occasione per riflettere sull’importanza delle specie animali e vegetali e dei loro habitat e sulla necessità di tutelarli ma, gli ultimi avvenimenti climatici, potrebbero farci pensare che il patrimonio di biodiversità sia compromesso. È quindi a noi uomini che viene data una possibilità per poterlo salvare e preservare.

Nell’ultima risoluzione delle Nazioni Unite in tema ambientale si sottolinea la forte necessità di tutelare almeno il 30% delle superfici emerse e degli oceani per arrestare il tasso di perdita di biodiversità da qui al 2030. Inoltre, il 10% di queste superfici dovrà essere sottoposto a protezione assoluta, il che significa che l’uomo non potrà praticare nessun tipo di attività (quindi nemmeno pesca e agricoltura regolamentate).

Al momento sono sotto protezione il 15% delle terre emerse e il 10% degli oceani. La maggior parte dei territori si trova in America Latina e nei Caraibi che, con quasi 5 milioni di chilometri quadrati, proteggono la porzione maggiore. Il Medio Oriente, invece, detiene il primato per avere il tasso di protezione più basso, con circa il 3% del territorio, pari a 119mila chilometri quadrati.

Raggiungere il 30% di aree protette è sicuramente un obiettivo molto ambizioso, considerando anche che mancano dieci anni, ma non è così impossibile. Questo tetto, infatti, è stato stabilito a seguito delle varie richieste avanzate da parte di governi, comunità scientifica e associazioni ambientaliste. In un momento così particolare che sta toccando la vita di tutti gli esseri umani diventa necessario fermarsi e riflettere su ciò che ci circonda, ammirare la natura per poi ripartire, con maggiore consapevolezza e desiderio di preservare il nostro pianeta.
Eva Barri





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...