IL TURISMO OLIVICOLO: UNA MARCIA IN PIù PER L€INCOMING ITALIANO
Un nuovo progetto vedrà la collaborazione dell’eccellenze olivicole italiane, pronte a creare insieme awareness riguardo uno dei prodotti principi della tavole italiane: l’Olio Extravergine di Oliva. Le attività di comunicazione non riguarderanno solo il prodotto in sé, ma l’intera filiera coinvolta, per raccontare al pubblico, attraverso uno storytelling efficace, i suoi asset principali: rispetto del territorio, sostenibilità e spirito green in ogni fase della produzione. Ma quale potrà essere il pubblico di riferimento per una comunicazione costruttiva? Il Consorzio non ha dubbi: saranno le famiglie, per le quali saranno pensate attività ad hoc che possano coniugare formazione e svago.


Il 2021 vedrà quindi la nascita di un nuovo Consorzio per raccontare le eccellenze dell’arte olivicola italiana. Il Movimento Turismo dell’Olio radunerà infatti i produttori-artigiani di olio extravergine d’oliva per promuovere i valori dei frantoi e delle aziende olivicole associate: agricoltura sostenibile, produzione sana e naturale e salvaguardia del territorio.

La distribuzione dell’offerta turistica legata all’olio è omogenea in tutta Italia ma ci sono regioni che hanno strutturato percorsi ed eventi dedicati alla scoperta dell’oro verde e del paesaggio olivicolo: Toscana e Liguria in testa, Puglia e Lazio.

Tra gli obiettivi del Consorzio c’è la diffusione della conoscenza di tutte le caratteristiche del prodotto olio extravergine di oliva presso i clienti finali e i produttori: ciò significa investire in attività di formazione per riuscire a raccontare al meglio uno dei prodotti più simbolici e salutari della gastronomia italiana, ad esempio attraverso strategie di comunicazione che coinvolgono l’utilizzo dei social media e nuove modalità di promozione online. Obiettivo finale di Consorzio MTO è creare delle vere e proprie esperienze per i visitatori, che sempre di più sono alla ricerca di attività uniche e autentiche, a contatto con la natura, per abbinare alla visita anche occasioni di svago e momenti di formazione per grandi e piccini, attraverso ad esempio esperienze ricreative come la raccolta delle olive, pic-nic e passeggiate tra gli olivi, laboratori e visite guidate nei frantoi.
Roberta Tirinato





RISTORAZIONE: I CINQUE NUOVI TREND POST COVID DEL SETTORE
PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...