IN ITALIA IL TURISMO MONTANO è SEMPRE PIù SMART CON UN NUOVO SLANCIO PER LE ECONOMIE LOCALI.
Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo insieme al Club Alpino Italiano si impegnano a svolgere azioni congiunte per valorizzare il turismo montano sostenibile.
Il documento firmato il 29 settembre rinnova l’accordo precedente siglato nel 2015, e si concentra sul potenziamento della rete sentieristica e dei rifugi montani, che portano in tavola il meglio della gastronomia locale.

Il protocollo prevede una serie di azioni per valorizzare in ambito nazionale e internazionale l’offerta turistica montana, con particolare riferimento al Sentiero Italia CAI.
Secondo il Ministro Franceschini: “La nuova intesa con il Club Alpino Italiano metterà a disposizione molti strumenti innovativi agli escursionisti italiani e stranieri che scelgono le nostre montagne, favorendo un turismo pienamente consapevole, sostenibile e intelligente”.

Obiettivo dell’accordo è non solo aiutare le imprese ad affrontare l’emergenza e le ingenti perdite dovute al lockdown della primavera scorsa, ma prepararsi anche al dopo, quando il turismo internazionale tornerà a fare numeri importanti. Tra i pilastri del nuovo accordo, vi è quindi la costruzione di un circuito virtuoso a sostegno delle economie locali e delle aziende agroalimentari, in particolare in quei territori solitamente poco conosciuti come i piccoli borghi del’Appenino centro-meridionale, che già durante l’estate appena conclusa hanno vissuto un nuovo slancio con il turismo di prossimità. Vi è inoltre il completamento entro il 2021 delCatasto nazionale dei Sentieri grazie all’aggiornamento costante dei tracciati. Infine per assicurare ancora maggiore sicurezza nella frequentazione dei percorsi escursionistici, l’accordo definisce l’attivazione gratuita per tutti dell’applicazione GeoResQ, da installare sullo smartphone e gestita dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, che consente l’immediata geolocalizzazione in caso di incidente e la conseguente attivazione del soccorso.

Secondo quanto dichiarato dal Presidente del CAI Vincenzo Torti, il Sentiero Italia CAI gioverà del nuovo accordo in quanto, attraversando tutte le regioni del nostro Paese, porterà escursionisti e visitatori direttamente tra i borghi e i paesaggi del territorio italiano, promuovendo la possibilità per molti giovani di avviare attività turistiche e di hospitality, che si sostituiranno ad una pregressa tendenza all’abbandono della montagna.

Roberta Tirinato





RISTORAZIONE: I CINQUE NUOVI TREND POST COVID DEL SETTORE
PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...