TRAVEL INTELLIGENCE: L'USO DELL'ALGORITMO PER SUPPORTARE LA RIPRESA DEL SETTORE
Conoscere le preferenze degli utenti, le loro inclinazioni, i trend più popolari, e il traffico dei competitor: è questa la chiave che permetterà all’industria hospitality e alle online travel agency di fare la differenza in un mercato competitivo come quello del turismo digitale. A supporto del settore travel, interviene l’azienda israeliana (con sede anche in Italia) Similarweb con il suo tool basato su un algoritmo di intelligenza artificiale, che permette di ottenere delle informazioni rilevanti sul viaggiatore digitale. Una soluzione studiata per avere un’idea chiara sul comportamento dei consumatori, le preferenze dei viaggiatori e le tendenze più in voga, anticipando così le esigenze le mercato per un’offerta in linea con la propria audience.

Questo tool permette di accedere, inoltre, a metriche relative alle prenotazioni effettuate grazie alle funzioni di “conversion rate” che individuano e analizzano il canale più performante, che ha quindi ottenuto maggiori conversioni, con l’obiettivo di usarlo per raggiungere il proprio target. Fornisce inoltre agli operatori del settore una panoramica delle destinazioni più visitate e le keyword più ricercate dai viaggiatori e quelle usate dai maggiori competitor, permettendo così un’offerta sempre più flessibile e tailor-made, basata su dati e sul reale andamento del mercato. Con l’accelerazione della digitalizzazione dovuta alla pandemia, la tecnologia e i canali digitali sono diventati una leva fondamentale per la crescita del turismo italiano e internazionale.


Roberta Tirinato