VIAGGI DI GRUPPO: COME SARANNO NELL'EPOCA POST-COVID
Dalle città d’arte alle esperienze outdoor, i TO e le OTA dovranno fare i conti con viaggi ridimensionati nel numero di partecipanti, focalizzati sull'Italia e con un'attenzione estrema alle regole di sicurezza.

Che siano organizzati da Tour Operator, Agenzie di Viaggi specializzate, agenti di viaggio ma anche travel blogger o influencer, negli ultimi anni i viaggi di gruppo hanno segnato una svolta e un segmento importante nel mercato turistico di ogni paese: in Italia sono stati sempre più i travel expert che hanno deciso di offrire ai loro clienti o ai loro followers l’opportunità di partire insieme a chi, come loro, cercava una vacanza che permettesse di conoscere non solo nuovi luoghi ma anche nuove persone.
Oggi, in quella che possiamo definire la prima epoca post-Covid (o quasi), c’è chi i viaggi di gruppo li dà per spacciati e chi invece, con gli opportuni adattamenti, li vede ancora far parte della nostra quotidianità, prevedendo per loro un futuro roseo: i tour di gruppo stanno superando la prova del Covid-19 e anche per l'estate 2021 saranno sugli scaffali delle agenzie di viaggi e nelle Instagram stories dei maggiori travel blogger e influencer.

Ridimensionati nel numero massimo di partecipanti, focalizzati soprattutto sull'Italia e con un'attenzione estrema alle regole di sicurezza, i viaggi di gruppo spazieranno dalle proposte più classiche, come i tour nelle città d'arte, a soluzioni innovative che avranno al centro e in primo piano il mondo dell'outodoor.
Le nuove norme imposte dall'emergenza sanitaria hanno costretto l'industria dei viaggi a dotarsi di nuove regole e questo aspetto è valido soprattutto per i tour di gruppo, dove più persone di diversi nuclei familiari vivono l’uno accanto all’altro ogni attimo ed esperienza del viaggio. Insomma, viaggiare in gruppo sì, ma con alcune accortezze e protocolli da seguire: norme tanto rigide quanto ben accette ai consumatori, aspetto che porterebbe alcuni viaggiatori a prediligere, per la prima fase post-Covid, i viaggi di gruppo organizzati a quelli fai da te proprio per una maggiore sensazione di sicurezza.

Non sorprende quindi che molti TO specializzati in questo segmento abbiano rivisto la programmazione, affiancando ai prodotti best seller una serie di novità. Il 2021 di Boscolo sarà ancora un anno focalizzato sull'Italia ma accanto alle più classiche esperienze outdoor nascono pacchetti ad hoc per vacanze più slow e a ritmi più lenti. Oltre ai tour di gruppo guidati in senso più classico, nascono quest’anno i Motor Valley Tours proposti da Canossa Events, road trip in formula weekend alla scoperta di aziende, luoghi e strade della Motor Valley. Una formula simile è quella di Meraviglie italiane, un tour di gruppo in self-drive con visite guidate messe a punto da Italyscape, TO di QualityGroup specializzato sul prodotto Italia che recentemente ha lanciato anche 21 itinerari per tour di gruppo in bus con possibilità di pick-up in navetta privata sotto casa.
Altra carta sicuramente vincente per i tour di gruppo è la voglia di outdoor: secondo Maurizio Levi, titolare de I Viaggi di Maurizio Levi, "i gruppi saranno meno numerosi e i passeggeri sceglieranno destinazioni più naturalistiche”. Su questo aspetto punta molto anche WWF Travel, che già per la primavera ha programmato in Italia dei weekend di bio-watching durante i quali i partecipanti si sposteranno usando mezzi propri per poi vivere insieme incredibili escursioni nella natura.


Giulia Boniello





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...