SALGONO A 416 LE BANDIERE BLU ITALIANE, ECCO LE PRINCIPALI NOVITà
Aumentano a 201 le località rivierasche (rispetto alle 195 del 2020) che con gli 81 porti turistici (75 l'anno scorso) potranno vantare la Bandiera Blu 2021, il riconoscimento della ong internazionale Fee (Foundation for Environmental Education).


La 35ª edizione conta 6 Comuni in più rispetto allo scorso anno, con 15 nuovi ingressi (9 Comuni non sono stati confermati). La Liguria si conferma al primo posto con le sue 32 località; sale in seconda posizione la Campania, con 19 Bandiere (con un nuovo ingresso ma anche un’uscita), che fa slittare al terzo posto la Toscana, la quale ottiene 17 Bandiere (e tre uscite), insieme alla Puglia che guadagna due Bandiere (tre nuovi ingressi e un’uscita).



Nel 2021 aumentano a 416 in totale (rispetto alle 407 del 2020) le spiagge italiane che vantano un mare cristallino. Si parla di circa il 10% dei lidi premiati a livello globale. Questo prestigioso riconoscimento viene assegnato sulla base di 32 criteri di valutazione che vengono considerati da una giuria nazionale di cui fanno parte anche i ministeri della Transizione ecologica, delle Politiche agricole e del Turismo. Fra questi criteri rientrano, oltre al mare, che deve risultare “eccellente” negli ultimi quattro anni, anche l’efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, la raccolta differenziata, le aree pedonali, nonché le piste ciclabili insieme ad un arredo urbano curato e le aree verdi circostanti. Ma non solo, tra i criteri valutati rientrano anche le strutture alberghiere, i servizi di utilità pubblica sanitaria, le informazioni turistiche, la segnaletica aggiornata insieme all’educazione ambientale.



Grazie ad un nuovo ingresso, le Marche vantano quest’anno 16 Bandiere Blu, mentre la Calabria sale a quota 15 contando i due nuovi ingressi e un'uscita; la Sardegna conferma le sue 14 località con un nuovo ingresso e un'uscita. L'Abruzzo vanta 3 nuovi ingressi e sale a 13, mentre il Lazio sale a quota 11 grazie a due nuovi Comuni; il Trentino Alto Adige riconferma le sue 10 Bandiere e la Sicilia, con due new entry, sale a quota 10. Confermate anche le 9 Bandiere del Veneto, le 7 località dell'Emilia Romagna e le 5 località della Basilicata. Il Piemonte ottiene 2 Bandiere contando però due uscite, il Friuli Venezia Giulia conferma le 2 dell'anno precedente ed infine il Molise, il quale rimane con 1 Bandiera così come la Lombardia.


La penisola italiana si riconferma patrimonio di ineguagliabile bellezza, che forse solo nell’ultimo anno, grazie anche alla pandemia ancora in corso, stiamo riconsiderando ed apprezzando.


Marialuisa Scatena





PRIMO DECRETO: GLI AIUTI DEL GOVERNO AL TURISMO
Come
annunciato qualche giorno fa il Consiglio dei Ministri ha dato il via al decreto legge che dispone le prime misure urgenti in aiuto alle zone interessate dal...